Indiependence annuncia l’uscita di José Mourinho, il singolo d’esordio di Bandini. La canzone racconta la distanza, indaga la natura di un addio, descrivendone il vissuto esistenzialista e affidandone la personale risoluzione al momento finale: in fondo per certe storie il destino è già scritto, e gloria e tragedia non sono esiti opposti, ma attori alla pari della scena finale.

“E noi sperduti in questo mondo / tra la sua rivoluzione e il nostro andare via / un girotondo e tutti giù per terra / in qualche vineria / per i brindisi d’addio / sorseggiavo il tuo e nel frattempo io ti versavo il mio”

Gloria e tragedia sono emozioni che si scambiano la rispettiva clandestinità nella partita della distanza, e vengono evocate ricorrendo a immagini varie (la ferrovia, pm e polizia, un brindisi) e a una personale rivendicazione contro un’attualità pesante che apre alla comparsa in scena di José Mourinho, più fulgido esempio di addio nel momento del trionfo (il brano simbolicamente uscirà nel giorno del decimo anniversario della sua vittoria della Coppa dei Campioni con l’Inter) e figura “divisiva” per eccellenza nel mondo calcistico.  

“In questo mondo c’è chi crede / che un migrante viva solamente a nostre spese / e ancora c’è chi crede / che l’Inter di Mourinho giocava solo in contropiede”

Bandini non si tira indietro e porta fino in fondo la sua esplorazione intimista, mettendola in scena con un brano che nasce nel solco della miglior tradizione cantautorale italiana ma si evolve in maniera ambiziosa con le sue sonorità, con un sound che strizza l’occhio al “vintage” (synth, basso elettrico) senza però mai risultare sfacciato e artificiale.

Bandini è nato sul mare nel 1982 e vive da inizio secolo a Torino. Il suo lungo percorso artistico, che al momento vanta più di un centinaio di spettacoli all’attivo, nasce nel 2010 quando entra a far parte del collettivo Minoranza d’Autore. Nei primi anni di attività si è esibito nei principali circoli e club torinesi, in festival e numerosissimi house concert, ha diviso il palco con nomi importanti della scena torinese come Ila Rosso, Luciano De Blasi, Perturbazione, Bandakadabra. Dopo questa dura “gavetta” ha aderito a Indiependence e ha ideato, assieme agli Adam Smith, lo spettacolo Adam/Bandini che ha girato per l’Italia e anche all’estero, raggiungendo l’apice con 3 concerti a Berlino. Questa fase molto esaltante ha lasciato il passo alla scrittura e produzione del suo disco, la cui uscita – prevista per questo mese – è stata rinviata ma dal quale è estratto José Mourinho, il singolo di prossima pubblicazione.

José Mourinho è stata composta da Bandini nel 2019. Registrata tra i TR Recording Studios di Luca Testolin (Saluzzo) e successive sessioni casalinghe, arrangiata dall’autore in coproduzione con Massimo Battistiol sotto la produzione esecutiva di Indiependence, e infine affidata a Edoardo Allertsen per il missaggio finale e il master. L’illustrazione di copertina è del fumettista Riccardo Cecchetti. Il brano verrà pubblicato il 22 maggio su Spotify e sulle principali piattaforme di streaming, sul canale Youtube di Indiependence, e sui profili social dell’artista e dell’etichetta.

José Mourinho: l’incubo che tutti dovrebbero provare
una fotografia di Diego Acampora

Si apre con tappeti di tastiere, si chiude con chitarre distorte in preda a una scia psichedelica. Questo nuovo pezzo di Bandini sa di anni novanta, dell’atmosfera sospesa che si respirava in quell’età di mezzo dove convivevano le premesse del disastro e una certa ingenuità da terza via.

Bandini fotografa alcuni istanti di un notturno urbano: sono attimi di sospensione dove le tensioni e le domande collassano in un buco nero, in un istante, “un attimo che è un animale in fuga” che rimanda al famoso principio di indeterminazione di Heisenberg, per il quale non è possibile stabilire contemporaneamente la velocità e la posizione di una particella se non con un margine di errore.

C’è uno spazio dominato da frontiere e ferrovie presidiate, da girotondi politici velleitari, da narrazioni tossiche sui migranti, visioni nitide eppur offuscate dalla patina ipocrita del nostro tempo infame. Bandini osserva queste ipocrisie e si regala un momento di protezione in mezzo alle fiamme, o almeno ci prova, perché ogni istante è strappato al degrado circostante ma è anche sfuggente, vola via e lascia strascichi di malinconia che qualcuno raccoglierà, forse.

È dunque il tempo delle fughe alla ricerca di un’alcova che curi le ferite e dei tentativi maldestri di non camminare da soli, di farsi accompagnare in questo giro notturno a presidio del degrado montante. Ma tutto sfugge anche lì, perché chi ci accompagna è comunque parte di un gioco di specchi deformante che illude e confonde, chiama e respinge.

In mezzo a questi ologrammi di civiltà immersi tra ombre che offuscano lo sguardo, sullo sfondo appare una figura intermittente, riconoscibile perché sempre in odor di sfida. Lo scarto eterno, ciò che non tornerà mai agli occhi di chi ignora o serve le narrazioni modaiole, il ribelle che non potrebbe essere tale in un mondo dominato dal superfluo e che invece spariglia le carte, si batte, odia perché ama, ama perché non vuole cedere del tutto alla danza dell’ipocrisia.

José Mourinho, l’incubo che tutti nella vita dovrebbero provare.

Diego Acampora

Bandini - José Mourinho

Bandini
JOSÉ MOURINHO
℗ 2020 Indiependence – n° cat. NDP-2000004

PROFILO SPOTIFY
DOWNLOAD PRESS KIT

🎵 HANNO SUONATO
Bandini – musica, testo, arrangiamento, voce, pianoforte, basso, synth | Mario Raffa – chitarre | Alessio Boschiazzo – batteria

🎛 PRODUZIONE
Indiependence – produzione esecutiva | Bandini – produzione artistica | Massimo Battistiol – produzione artistica, recording engineer | Luca Testolin – recording engineer c/o TR Recording Studios | Edoardo Allertsen – mix, master

📸 ILLUSTRAZIONE COPERTINA Riccardo Cecchetti

📱SOCIAL

FACEBOOK
INSTAGRAM

Vuoi ricevere altre notizia di questo e altri artisti? Iscriviti alla newsletter di Indiependence!

L’utilizzo dei dati personali inviati è tutelato ai sensi del Regolamento UE 2016/679 (GDPR). Leggi qui la nostra informativa sulla Privacy.